Hotel aperti e cucine chiuse, la nuova iniziativa Cervese

SI ARRICCHISCE l’offerta turistica cervese. Parte oggi la nuova iniziativa ‘Voucher Hotel Restaurant’, la convenzione tra albergatori e ristoratori realizzata da Ascom Federalberghi e Fipe con la collaborazione di Cervia Turismo, Confesercenti ed Asshotel. Il progetto ha l’obiettivo di offrire ai turisti un servizio efficiente di ristorazione soprattutto in bassa stagione quando molti alberghi sono aperti con il solo pernottamento per cui si rende necessario garantire anche la ristorazione. Cervia Turismo propone vaucher a prezzi convenzionati con i quali i turisti possono recarsi a pranzo ed a cena nei ristoranti che hanno aderito. Dei 100 locali del territorio finora ne partecipano 19: sono Al Deserto, Al Pirata, Al Teatro, Barracuda, Casa delle Aie, Da Duilio, Felix, Da Renzo, Genny, Il Cantinone, La Bella Napoli, La Stazione, Ligio, Locanda dei Salinari, Pappafico, Peter Pan, Pizzeria.Ranch, Re Sale Regina Salina e Touring. I vaucher vengono acquistati dagli albergatori a Cervia Turismo e poi consegnati ai clienti oppure inseriti all’interno di pacchetti alI inclusive. I ristoratori otterranno poi il rimborso da Cervia Turismo. Quattro i tipi di menù con prezzi da lO a 35 euro: Menu pineta, Menu mare, Menu sale ed infine Menu sole. «L’idea è nata un anno fa in primavera -spiega Luca Sirilli, presidente Federalberghi -ma ha richiesto tempo per decollare. Agli albergatori ne èstata data comunicazione un paio di mesi fa. E’ uno strumento in più per quanti non ritenevano di aprire la cucina anzitempo o che ne erano sprovvisti». «E’ importante per la promozione della città -afferma Renzo Zoffoli, amministratore délegato di Cervia Turismo -l’offerta di  pensione completa con un’ampia  possibilità di scelta». «Ci vorrà qualche anno -dice Umberto presidente dei ristoratori Ascom -prima che il sistema vada a regime, ma non mancherà di dare buoni frutti. Guido Allegri ne è stato il promotore».  «Il progetto è di straordinaria importanza -sottolinea l’assessore al turismo, Nevio Salimbeni -e non era semplice da realizzare. L’Amministrazione comunale si impegna a pubblicizzarlo. I problemi del turismo non si possono risolvere singolarmente ma occorre operare tutti insieme. Ci presenteremo ai potenziali ospiti con un sistema turistico dinamico. Cervia Turismo è l’elemento centrale nelle politiche di promozione della città, di tutte le esperienze passate, pubblico e privato, è l’unica che dà dimostrazioni della sua utilità». «Cerchiamo di lavorare assieme -aggiunge Cesare Brusi, direttore Ascom -e pensare positìvo. Occorre evitare scontri fra categorie ma restare uniti per creare prodotti più completi per la nostra località». Adesso pernottando negli Hotel a Cervia, negli Hotel Milano Marittima, Pinarella e Tagliata il cliente avrà la possibilità di provare cucine sempre diverse per il periodo di soggiorno prenotato.

Questa voce è stata pubblicata in Cervia, MIlano Marittima e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...